1. text
    The most dangerous phrase in language.

    The most dangerous phrase in language.

  2. text

    "Cosentino arrestato. Cuffaro in galera. Scopelliti condannato. Berlusconi ai servizi sociali. Previti accertato corruttore di giudici, sparito dai radar. Dell’Utri fuggito in Libano alla vigilia della sentenza finale per mafia. Formigoni sotto processo e sotto sequestro per decine di milioni. Tutto questo e molto altro, nonostante vent’anni di leggi su misura, maccartismo contro la magistratura e sabotaggio alla giustizia. C’è ancora qualcuno che dubita che sia stata una loschissima storia criminale che ha istituzionalizzati metodo e cultura mafiosi? E che il giustizialismo sia altro che una favola nera declamata da servi, ipocriti e codardi, con la non perdonabile complicità di finti oppositori e sedicenti terzisti?"

    Piero Ricca

  3. text
    «Il piccolo principe francese che morì appena prima di spiccare il volo verso la gloria.» (via Terruzzi racconta: François Cevert, il Divo)

    «Il piccolo principe francese che morì appena prima di spiccare il volo verso la gloria.»

    (via Terruzzi racconta: François Cevert, il Divo)

  4. text

    "Mi è venuto in mente che lo dici spesso: la Rete, invece che “blog”. Anche se i vari sondaggi decisionali li fai lì sopra per i tuoi iscritti (giustamente). Ho sempre pensato che la tua fosse una sineddoche, un po’ come quando dici “America” per dire “USA”, per esempio. Per comodità.
    Invece oggi ho capito (o pensato di capire) che ci credi, nel senso, pensi che quella sia la Rete.
    Dato che è capitato anche a una mia prozia, che sapeva navigare solo sul sito del canile municipale di Turi per vedere le foto e pensava che Internet fosse tutta lì, volevo darti una misura di quello di cui parliamo."

    Grillo, quando dici “La Rete”… - Volare è Potare

  5. text
    Tenere in mano una vera #Medaglia #Olimpica: fatto. ✔️ (presso Red Bull International Headquarters)

    Tenere in mano una vera #Medaglia #Olimpica: fatto. ✔️ (presso Red Bull International Headquarters)

  6. text
  7. text

    "Si riferisce a Branca e Ausilio?
    “Per forza. Non succede mai niente. Gli anni in cui sono stati fatti grandi acquisti, erano anni in cui Moratti dava un budget praticamente illimitato: a quel punto lo so fare anche io il mercato! Senza contare che eri al top in Italia, mentre oggi ci sono club con maggior appeal. Devi fare una politica chirurgica, senza sbagliare nulla. Ci sarebbero da fare 6-7 acquisti fondamentali. Di questi, almeno 3 di sostanza vanno fatti. Ad esempio, Nainggolan sarebbe stato utile come il pane e l’ha preso la Roma, che ha messo su una signora squadra. Son cose che devi fare per forza, perché se non le fai ora le devi fare dopo. Non è complicatissimo. Se compri e spendi 25-30 milioni ora, poi non li spendi a giugno. E magari arrivi anche in Champions, garantendoti nuovi introiti. Ma se a gennaio – con tutto il rispetto – prendiamo gente come Schelotto, non hai chance. Ora dico: ok D’Ambrosio, ma non basta. Con la Lazio vedevo dalla tribuna Mazzarri che parlava con Frustalupi e continuava a dire le stesse cose: “Ma come fanno?”, “Ma com’è possibile?”. Caro Walter, è possibile perché è quello che possono fare. Di più, non possono”.
    […]
    Che soluzione vede?
    ”Se l’Inter vuole tornare vincente, purtroppo devi spendere del denaro. Ma vale per qualsiasi società: vale anche per il Chelsea o per l’Arsenal. Devi spendere e, soprattutto, spendere bene. Basta con “i Pereira”. Bisogna coprire le pecche della rosa. Due anni fa parlai a Moratti di Borja Valero, che era appena retrocesso col Villarreal e si prendeva a prezzo di saldo. Ma è finito alla Fiorentina. Questi sono i giocatori che cambiano il centrocampo, che giocano cento palloni e ne sbagliano due. La realtà è semplice: se l’Inter spera di fare mercato vendendo i giocatori che ha, non lo fai mai perché non hai giocatori appetibili. L’unica cosa che deve fare Thohir è mettersi l’anima in pace e investire. Non c’è nulla da fare: i grossi nomi che abbiamo sono tutti vecchi e non li vendi mai. E’ molto semplice. Oppure punti a prendere tutti ragazzini dal potenziale e speri in Dio. Ma uno che ha un fatturato di 13 miliardi di dollari l’anno, come dicono, se vuole partire bene un investimento forte potrebbe anche farlo… Altrimenti non capisco neanche perché abbia preso il club: per guardarlo in televisione e dire “E’ roba mia”?”."

    È che queste cose dovrebbe dirle, ma soprattutto pensarle il nostro Direttore Sportivo.

    (via Bonolis: “Difficile attaccarsi ai torti. Spero che il mercato…”)

  8. text
    kadrey:

25 Reasons why we love Scotland
http://imgur.com/a/Cfwm6

    kadrey:

    25 Reasons why we love Scotland

    http://imgur.com/a/Cfwm6

    (via emmanuelnegro)

  9. text

    The Content Marketing Forecast: 10 Predictions for 2014

    Red Bull everywhere. ;-)

  10. text

    "La mia idea di vita è la sobrietà. Concetto ben diverso da austerità, termine che avete prostituito in Europa, tagliando tutto e lasciando la gente senza lavoro. Io consumo il necessario ma non accetto lo spreco. Perché quando compro qualcosa non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che è servito per guadagnarli.
E il tempo della vita è un bene nei confronti del quale bisogna essere avari. Bisogna conservarlo per le cose che ci piacciono e ci motivano. Questo tempo per se stessi io lo chiamo libertà. E se vuoi essere libero devi essere sobrio nei consumi. L’alternativa è farti schiavizzare dal lavoro per permetterti consumi cospicui, che però ti tolgono il tempo per vivere."

    José Mujica (via amereiviveredisolideali)

    (via lasimple)

→

About

Sometimes I pretend to be normal but it gets boring, so I go back to being me.


Feedati! Tweet Me My FB Profile
Taste my video View my photos Il mio profilo linkedin

Search

People I follow